Vi accompagniamo alla scoperta dei luoghi Ebraici

Alle origini della medicina ebraica: la presenza ebraica in Trentino Alto Adige

L’itinerario si ripropone di riscoprire la storia ebraica della regione fra tradizione e modernità, visitando Merano, Trento e Riva del Garda.

Rileggendo Shakespeare: “Il mercante di Venezia”

L’itinerario che proponiamo vi farà rivivere la Venezia ebraica di fine Cinquecento attraverso la visita ai luoghi citati nella celebre commedia shakespeariana “Il Mercante di Venezia”, messo in scena dal regista Michael Radford nel 2004.

Il vino del Kiddùsh e del Seder nel Trevigiano

L’itinerario comprende la visita a Treviso, Conegliano, Vittorio Veneto e Portobuffolé, alla riscoperta dei luoghi ebraici di ieri e di oggi.

Pasqua di sangue: la leggenda di Lorenzino

L’itinerario proposto ripercorre la storia del caso leggendario dell'omicidio a scopo rituale di Lorenzino e comprende la visita dei luoghi ebraici a Bassano e Marostica, passando per le località di Cittadella e Asolo che conservano ancora tracce della presenza ebraica.

I Purìm di Padova

L’itinerario si concentra sulla realtà ebraica di Padova proseguendo per gli affascinanti borghi medievali della provincia per ritrovarvi la presenza ebraica antica e moderna.

Reti creditizie, reti culturali: la mediazione ebraica come risorsa

L’itinerario punta a riscoprire la vocazione commerciale delle comunità ebraiche di Vicenza e Verona, ripercorrendo i luoghi della loro presenza anche in alcune cittadine limitrofe.

L’antica Aquileia: porta aperta dell’Oriente

L’itinerario prevede quindi la visita ad Aquileia, Trieste, Gradisca d’Isonzo e Gorizia. Quest’ultima rappresenta un ottimo esempio di città in cui i banchieri ebrei hanno avuto un ruolo fondamentale nel sostenere lo sviluppo della finanza locale.

Gli Ebrei e l’arte della “strazzeria”

L’itinerario che si snoda tra Rovigo e Badia Polesine mira a far riscoprire l’arte della “strazzeria” ovvero lo smercio di stoffe, vestiti e oggetti usati di ogni genere, unica altra attività concessa agli Ebrei oltre a quella dei banchi di prestito.

La stampa del primo Tanakh: le tipografie ebraiche

Itinerario alla riscoperta di Mantova quale comunità-madre della futura comunità milanese, e alla visita dei luoghi dove è nata l’arte della stamperia italiana passando per la famosa Soncino.

“Meditate che questo è stato”

L’itinerario consiste principalmente nella visita di Modena e Carpi, oltre che nella visita di altre cittadine limitrofe che rivelano luoghi interessanti a riprova di una presenza ebraica plurisecolare nella zona.

“C’è un albero per ogni uomo che ha scelto il bene”

Itinerario in memoria delle tragiche vicende vissute dagli Ebrei milanesi nel XX secolo con un ulteriore approfondimento sulle diverse comunità ebraiche cittadine come quella iraniana e libanese.

Passeggiando nel “Giardino dei Finzi-Contini”

L’itinerario si snoda fra le vie di Ferrara e del suo suggestivo centro storico dominato dal trecentesco castello estense, soffermandosi nei luoghi che testimoniano la presenza della comunità ebraica nella città. Immancabile la visita al “Museo Nazionale dell’Ebraismo Italiano e della Shoah”.

L’antica Torah di Bologna

L’itinerario è interamente dedicato a Bologna e alla sua ricchezza culturale: non a caso la città vanta il primato di possedere il più antico manoscritto della Torah ritrovato solo nel 2013.

Gerusalemme a Roma

Tre itinerari distinti per una visita del ghetto di Roma, delle tracce ebraiche nell'antico porto di Ostia e di quelle nascoste nel soffitto affrescato della Cappella Sistina.